Il vecchio Aqualung stringe il suo bastone al petto. I bimbi si avvicinano e lo osservano, si guardano e si chiedono: "Chissà dove andrà?". Forse un giorno lo incontreremo ed anche a lui potremo dire: "È andata così!".

domenica 1 settembre 2013

DANNATO AGOSTO

Manca davvero poco alla fine. Settembre è alle porte, e per l'Old Game equivale a dire: "It's the final rush", la corsa finale, quella che aprirà la porta del  fantastico Post Season. Agosto se n'è andato e come sempre ha lasciato dietro di sè le tracce di un passato vissuto che spesso torna a galla per ricordarci che è il grande mese della sconfitta e della vittoria, del dolore e della gioia, della vita e della morte. Proprio nell'Agosto del 1286 a.C. il Faraone Egizio, Ramesse II, riuscì a contenere l'urto di 2500 carri dell'esercito Hittita guidato dal re Mutawalli, nella famosa battaglia di Kadesh. Ma Agosto è il mese delle ferie. Nel 490 a.C., e nel 480 a.C., sempre nel mese di Agosto, il popolo greco ottenne due strepitose vittorie contro l'impeto e l'egemonìa dell'esercito persiano. Guidato da Leonida e Milziade, i greci misero in fuga un'armata composta da oltre 3 milioni di soldati persiani che, allo scoccare delle loro frecce, oscuravano la luce del sole. Ma in Agosto, non si può fare a meno della tintarella. Nel 216 a.C. nella piana di Canne, a 15 Km. dall'odierna Barletta, si svolse la battaglia più cruenta che la storia antica tristemente ricorda. Lo straordinario generale cartaginese Annibale, con metà delle forze armate a disposizione rispetto a quelle romane, fece un bagno di sangue con i corpi di 80.000 soldati dell'Impero. Il console Terenzio Varrone rientrò a Roma e venne fatto senatore. Anche oggi in Agosto si nominano i senatori, anche oggi i vigliacchi siedono a palazzo. Ma la telenovela di Buckingham Palace è più importante del massacro di donne e bambini mentre la moglie si preoccupa di ordinare un paio di scarpe da 7.000€. Si!, è il mese di Agosto. La storia prosegue, ogni giorno che passa è un nuovo Batting Practice, un rinnovato focus per quella battuta valida, quell'unica valida che potrebbe segnare il confine tra una Media Battuta di .290 e .300, e porterà la squadra ad affrontare la Corsa di Settembre. È lo swing di fine Agosto, il mighty cut dell'umanità. Come successe il giorno 28 del 1963, quando al Memorial di Washington, davanti a 250.000 persone, "I have a dream!" fu come un'onda d'urto planetaria, il martello tuonante del dio Thor vendicatore. Ma in Agosto ci si accalca in autostrada, o si fa la fila per l'ultimo modello di smartphone. In Agosto si guarda in alto, ma le stelle cadono quotidianamente al nostro fianco circondate dalla più profonda indifferenza. Agosto è il caldo torrido che piega le gambe ma è anche la brezza vitale delle nuove generazioni. In Agosto debuttarono in Major League Walter Johnson, Billy Herman, George Brett, Johnny Bench. Il 30 Agosto del 1905, un ragazzo di 18 anni al suo primo swing contro l'esperto spitballer Jack Chesbro, realizzò una battuta da due basi. Fu la prima delle 4189 battute valide in carriera che realizzerà Ty Cobb. Agosto ha riunito un padre e un figlio nella stessa squadra. Hanno corso, segnato punti realizzando un homer a testa. Era il 31 Agosto del 1990. I Mariners scesero in campo con K.Griffey Sr. e il figlio K.Griffey Jr. Ma Agosto è anche il brulicare ed il fermento presso le strade del mercato VIP di Viareggio, mentre nello stesso mese del 1931, M.Gandhi disse: "Un paese rimane in povertà, materiale e spirituale, se non sviluppa il suo artigianato e le sue industrie, e vive una vita da parassita importando manufatti dall'estero". Agosto è anche il dramma, la tragedia, la morte. Mary Ann Nichols, donna di 43 anni, fu la prima vittima accertata. Il suo corpo venne ritrovato il 31 Agosto 1888. L'assassino si chiamava Jack, Jack The Ripper. Nell'Agosto del 1945, Little Boy e Fat Man causarono la morte di circa 450.000 civili giapponesi. Lo sterminio viene ricordato come l'episodio bellico più drammatico dell'intera storia dell'umanità. Il 16 Agosto del 1948, il mondo del Baseball piange la scomparsa del più grande di tutti i tempi. All'età di 53 anni, muore Babe Ruth. Il 31 Agosto del 1997 la principessa triste, meglio conosciuta come Lady D, trovò la morte in un incidente stradale a Parigi, la ville des poètes, la stessa città che vide la morte di un'altra donna famosa, la Monna Lisa. Misteriosamente scomparsa nell'Agosto del 1911 dal museo del Louvre, in seguito la Gioconda resuscitò, ma gli occhi di Diana si spensero in eterno. Allo stesso modo, anche tu, pochi giorni fa, in questo tremendo mese di Agosto, hai varcato i confini di questa terra, avvicinandoti alle stelle come S.R.Vaughan nell'Agosto del 1990. Anche tu, grande compagno di squadra, hai dato l'ultimo saluto come i Beatles nell'Agosto del 1966 al Candlestick Park di San Francisco.
Trevi Rimini-1986
Nell'ospedale di Houston dove era ricoverato da tempo, Mercoledì 28 Agosto 2013 muore David Malpeso. È la figlia Brittany Jaded, sconvolta, a darne la triste notizia ad amici e conoscenti. David è stato una delle più grandi stelle dei Pirati di Rimini. Indimenticabile bomber della squadra neroarancio, ha lasciato una traccia davvero incancellabile, come incancellabili resteranno alcune delle sue prodezze nel box di battuta: su tutte il walk-off home run agli extrainning di gara 6 nella finale scudetto contro il Grosseto nell’Ottobre 1986 in uno Stadio colmo all’inverosimile. Assoluto protagonista dello scudetto nel 1987, David ricoprì i ruoli di catcher, esterno e lanciatore. La sua generosità, il suo entusiasmo, la sua tremenda forza e le battute valide su base intenzinale hanno creato intorno a lui una sorta di leggenda per i tifosi e per i tanti bimbi che lo assalivano a fine gara. David è il nostro Temistocle, il nostro Leonida. Il suo coraggio non è stato minimamente scalfito neanche quando venne aggredito da alcuni malintenzionati di cui uno, armato di pistola. A nove mesi dalla morte di Mike Pagnozzi, David lo ha raggiunto per perpetrare quella che a mio avviso è stata una delle più fantastiche batterie mai apparse in Italia e in Europa. Voglio ricordare David con una serie di immagini significative. La prima è tratta dal Corriere dello Sport Stadio del Settembre 1987 dove l'amico e giornalista Maurizio Roveri ne fornisce un profilo originale e accattivante. Nelle altre immagini si vede la cornice di pubblico allo Stadio dei Pirati nel corso delle finali del 1987 con il grande David, indiscusso protagonista, che saluta i tifosi.
R.I.P. David "BigMal" Malpeso.
D.Malpeso in compagnia dei suoi cani e della figlia Brittany-2011